i testi delle canzoni

Raccogliere tutti i testi delle canzoni non è del tutto semplice.
Come noto, infatti, il gruppo ha attraversato, durante gli anni di attività, diversi momenti sia dal punto di vista della strutturazione degli spettacoli che dal punto di vista della tecnica musicale.

Questa situazione ha comportato che alcune canzoni, proposte soprattutto agli inizi, non siano poi state più riproposte nel seguito, mentre altre siano state, in particolare nell’ultimo periodo, profondamente rivisitate per renderle meglio rispondenti alle tendenze musicali, culturali e di costume di quel periodo.

Nel seguito si riportano i testi delle canzoni che dovrebbero probabilmente corrispondere all’intero repertorio, o quantomeno buona parte di esso.

Le fonti dei testi utilizzate sono state le più diverse (vecchi ciclostilati o scalette di programmi e così via) per cui potrebbero esistere delle inesattezze.

E' benvenuto, quindi, il contributo di tutti per la messa a punto ed integrazione dei testi al fine di giungere ad una edizione concordata e definitiva priva di inesattezze o manchevolezze.

Acqua pura

Chi darà da bere a me acqua pura, acqua pura,
chi ha l’acqua di felicità, acqua che ristorerà,
acqua che ristorerà.

Il mondo è già un deserto, la terra inaridì,
milioni di assetati si sentono morir.

Chi darà da bere a me...

Orgoglio e delusione ti tolgono il respir
ognuno che li beve, vi beve l’ansietà.

Chi darà da bere a me...

Ma fonte fresca è quella che scorre in mezzo al mar
Porgetemi quell’acqua perché non muoia più.

Chi darà da bere a me...

© parole e musica Up With People
Bimbi
I bimbi sanno solamente
dipender dall’amor
essi hanno qualche cosa
di Colui lassù
pronti sempre a tender
la mano ad ognun
forse loro son migliori
per la lor semplicità.

I bimbi ridono quando
sorge il sole
sanno sempre amar
essi non posson nascondere
quel che pensano.
Fossimo cosě anche noi...
fossimo cosě anche noi...

Bimbi possiam essere ancora
anche se cresciam
basta che ci ricordiamo
ciò che i bimbi san
allora grati saremo
ad ogni sorgere del sol
solo se imparar vogliamo
ad essere più bimbi.

I bimbi ridono quando
sorge il sole
sanno sempre amar
essi non posson nascondere
quel che pensano.
Fossimo così anche noi...
fossimo così anche noi...

© parole e musica Up With People
Corri e afferra il vento
 Tutti guardan solo te non ti fer

Tutti guardan solo te
non ti fermar
corri, corri, va' lontan
verso il tuo doman.

Corri, corri, verso il sol
in alto verso il ciel
corri, corri, va legger
tutti ti seguiran.

Come l'acqua del ruscel
fresca corre al mar.
Come il vento ovunque va
la tua voce andrà.

Tutti guardan solo te
non ti fermar
corri, corri, va' lontan
verso il tuo doman.

La tua voce vien dal cuor
e a tutti ??? darà
nella gioia e nel dolor
sempre allieterà.

Non fermarti ad ascoltar
chi non vuol più amare
corri, corri, va' lontan
tutti ti seguiran.
Non fermarti ad ascoltar
chi non vuol più amare
corri, corri, va' lontan
tutti ti seguiran.

© parole e musica Up With People
Di che colore è la pelle di Dio?
"Buona notte" dissi al mio bambino
tanto stanco quando il giorno finì
allora chiese: "dimmi papà
la pelle di Dio che colora ha?"

Con occhi innocenti egli mi guardò
mentire non potevo quando domandò
"perché le razze si odian papà
se Cristo č morto per l’umanità?"

"Questo, figliolo, non continuerà
l’uomo alfine imparerà
come dobbiamo vivere noi
figli di Dio da ora in poi".

Disse un uomo alla terra un dì
per vivere unita sei fatta tu
un mondo nuovo può iniziare da te
tutte le tue razze son un vanto per te.

Di che colore è la pelle di Dio,
di che colore è la pelle di Dio,
è nera, rossa, gialla, bruna, bianca perché
Lui ci vede uguali davanti a sé
Lui ci vede uguali davanti a sé.

© parole e musica Up With People
Devi impegnarti

Ehi, ehi cos’hai fatto tu
in questa vita che cosa hai dato tu?
Tu devi fare per gli altri quel che puoi,
Tu devi dare tutto quel che hai.
Devi impegnarti, lo sai, non è un gioco!

Andiam più presto, alto, alto su nel ciel!
Nel fondo del mar!
Là dove nessuno ha mai osato andar.
Bandiamo per sempre odio e viltà, e la povertà
cambierem la storia della nostra umanità...

Ehi, ehi , che cosa hai fatto tu
in questa vita che cosa hai dato tu?
Tu devi fare per gli altri quel che puoi,
Tu devi dare tutto quel che hai.
Devi impegnarti, lo sai, non è un gioco!
Devi impegnarti, lo sai, non è un gioco.

© parole e musica Up With People
Dona dona

Se raccogli un fiore non tenerlo per te
subito nelle tue mani appassirà
dallo al primo che per strada incontrerai
forse ti sorriderà.

Appena tu vuoi tener qualcosa per te
subito nelle tu mani muore l’amor;
se davvero vuoi amare non pensar mai
a quanto ti costerà.

Dona, dona, dona, dona tutto ciò che puoi
Ama, ama ,ama, ama il mondo e lo cambierai.
Mi sai spiegar la tua vita che senso ha
se non sai dare un po’ di felicità.
Dona, dona, dona, e la vita ti sorriderà.

E se la fortuna con te buona sarà
a spazzar via la tristezza non basterà
dona un po’di gioia a chi non l’ha avuta mai
e anche tu sorriderai.

Noia, solitudine, egoismo, ansietà
una sola medicina li guarirà
corri svelto, non hai scelta, non aspettar
sai bene cosa devi far.

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Giovanna d’Arco
 Andava da sola nei campi l’estate
dove il vento cantava una canzon
delle voci chiamarono quella semplice "fille"
rendendo più saldo il suo cuor.
Lasciò la sua casa, intraprese il cammin
che porta lontano, lontan.
Una ragazza sta andando da sola,
nessuno fermarla potrà.
Una fanciulla nel cortile
del castello tra i servi del re,
chiama qualcuno. Che cosa vorrà?
Si chiama Jeanne.

"Fatemi passar
io voglio entrar.
Vorrei vedere il Re".
Implora Jeanne.
Che cosa vuol dal Re
una come te?
Non sai nemmeno scrivere,
nessuno sa chi sei.

"Io voglio dei soldati,
una spada per me,
la nostra terra debbo liberar".

Con il fragor del tuono
come l’onde del mar,
con le bandiere al vento li vidi galoppar.
Giovanna d’Arco lascia la città;
percorre la campagna cantando una canzon.

"Io voglio restare pura
come la luce del giorno
nessuno mi abbatterà".

Giovanna è in cammino, mentre s’odon già
voci che le gridano: "E’ follia andar!".
Molti esitavano, temevan il Re,
ma furono convinti dalla voce di Jeanne.

"Io voglio restare pura
come un’ancella di Dio
nessuno mi abbatterà".

Come fuoco al vento
fu la libertà,
colse il bagliore dell’armi,
rese saldi i cuor.
Iddio del cielo volgendo gli occhi in giù,
notò il baglior dell’armi
e la semplice "fille".
Giovanna che ubbidì
e nulla avea per sè,
in cattedrale diede
alla Francia un Re.

"Andando dal sola nei campi d’estate
dove il vento ti canta una canzon,
prenderai tu la strada che ti porta lontano
ovunque c’è da vincere il mal".

Andava da sola nei campi l’estate
dove il vento cantava una canzon
delle voci chiamarono quella semplice "fille"
rendendo più saldo il suo cuor.

Giovanna è in cammino, mentre s’odon già
voci che le gridano: "E’ follia andar!".
Molti esitavano, temevan il Re,
ma fu salva la nazion
per la fede di Jeanne.

© parole e musica Up With People
Gli occhi della gente
 Guarda dentro gli occhi della gente che sta intorno a te
vedrai cose che tu non credevi di vedere mai
la tua segreta pena che a nessuno hai detto mai
dentro gli occhi della gente la vedrai.

Cerca dentro il cuore di ogni uomo che incontrerai
capirai che in fondo siamo tutti uguali fra di noi
non c’è persona al mondo che non senta dentro sé
un desiderio di calore e sai perché.

Guarda dentro gli occhi della gente che sta intorno a te
cerca dentro al cuore di ogni uomo che incontrerai
anche se difficile, anche se ti costerà
un tesoro senza fine troverai.

Guarda dentro gli occhi della gente che sta intorno a te
cerca dentro al cuore di ogni uomo che incontrerai
troverai le cose che non hai trovato mai
dentro gli occhi della gente le vedrai.

Non si vincerò la solitudine se ognuno pensa a sé
se una vera vita tu vuoi vivere incontro al mondo vai, non ti fermare mai.

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Harambee Afrika

Lingua swahili

Haràmbee, Harambee tu jmbè pamutja  (tre volte)
tu jenge serikali.

Wengi waili seima attitunajo mattata (tre volte)
wa tu we te wa starabu.

Watu w’afrika katuna ubagusci  (tre volte)
kilarangi tu nai penda.

Harambee harambee tu vute pamutja (tre volte)
wa tu wo te wa stascipia.

Haràmbee, Harambee tu jmbè pamutja  (tre volte)
tu jenge serikali.

© parole e musica Up With People
I Barboni

Quanti barboni la gente cancella
sognano sempre la donna più bella
tutta la gente li segna col dito
rei d’un peccato che mai è esistito.

Ma se anche tu fai mai parte di quelli
ma se ti  fermi a toccargli i capelli
forse hai sprecato carezze migliori
con donne dagli occhi di mille colori
mentre i barboni in quel tozzo di pane
seguono i sogni di stelle lontane.......

Se il letto caldo ha il merletto dorato,
se un uomo stanco hai veduto e scordato
se Cristo fosse un barbone di quelli
il Paradiso avresti perduto.

Come son vuote le stanche serate
con lo champagne e le luci pacate
lasciano in bocca il sapore di niente
e che ti aggrappano a tutta la gente
ci sono occhi che guardan da fuori
che non han visto mai tanti colori.

Tu vuoi ignorarlo, ma dentro qualcosa
ti fa sparire la smorfia gioiosa.
E allora cerchi nel cielo i perdoni
e vedi i Santi che sembran barboni........

Se il letto caldo ha il merletto dorato,...

Questa è la storia di sempre, di ora.
Si dice: “basta!” ma comincia ancora,
e la coscienza si perde lontano,
forse in un bacio o in un vecchio divano.

Mentre i barboni non fanno all’amore,
non hanno visto mai il lato migliore
che ti fa ricco se riesci a fischiare,
se puoi fermarti un momento a giocare.

Tu che hai provato pietà e indignazione,
cerchi il tuo Dio e poi lo metti in prigione.

Se il letto caldo ha il merletto dorato,...

© parole e musica Oscar De Pasquale Sing Out BOLOGNA
Il mio lavoro

Quando ogni sera ritorno dal lavoro
sono stanco morto ma contento nel cuore
perché sono convinto che la mia fatica
non è stata inutile, non andrà perduta,

ed ho la certezza che il mio lavoro
produrrà qualcosa non soltanto per me

ma un po’a tutti gli uomini io potrò donare
più di quanto ne riceverò.

Ogni nuovo giorno con il mio lavoro
io regalo al mondo qualche cosa di me

ed insieme a tutta la gente della terra
anch’io avrò dato il mio contributo

come ogni torrente porta l’acqua al mare
come il pane è fatto da ogni chicco di grano

così il mondo vive col lavoro mio
e di tutti quelli  come me.

Quando ogni sera ritorno dal lavoro
sono stanco ma felice perché
so che io potrò donare con il mio lavoro
più di quanto ne riceverò,
più di quanto ne riceverò,
più di quanto ne riceverò.

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Il mondo è il tuo paese

Chi ha tanta gente a cuore, non è mai giù
c’è il tipo che sorride e ti tira su.
Se di ognun ti curi, qui o lontan,
son tutti quanti al mondo tuoi paesan.
Non badavo ai miei vicin, non so perché
ma c’è troppa gente che fa come me,
qualcosa di nuovo proverò,
lascio entrare il mondo nel mio cuor,
sì lo farò, sì lo farò, sì.
Non vivo in gran città, ma ora so già che
i poveri e i ricchi tutti quanti intorno a me
se lo spirito dell’uomo salveran,
le gioie della vita subito ritorneran,
sì ritorneran, sì.

© parole e musica Up With People
Il vietcong

Il Vietcong è mio fratello
io lo seguo nel pantano,
quando uccide, quando spara,
e gli dico: “Perché spari?”.

Il Vietcong ha gli occhi a mandorla
ma non sbaglia un solo colpo.
Io gli dico: “Perché spari ?.
Mai più guerre, mai più guerre”.

Chi ha ucciso mio fratello
il più bello della terra,
egli aveva gli occhi azzurri,
egli aveva gli occhi a mandorla.

Il marine è mio fratello,
io lo seguo sulla jeep
quando spara, quando uccide
e gli dico: “Perché spari?”.

Il marine ha gli occhi azzurri,
ma non sbaglia un solo colpo.
Io gli dico: “Perché spari ?.
Mai più guerre, mai più guerre”.

Chi ha ucciso mio fratello...

Tutta l’acqua dell’oceano,
tutti i pozzi di petrolio,
tutti i fiumi della terra,
tutto il sangue delle vene,
mai potranno cancellare
quella macchia rossa e nera
maledetta sia la guerra
mai più guerre, mai più guerre.

Chi ha ucciso mio fratello ...

© parole e musica Sing Out PARMA
Io che rido che canto
Io che rido che canto

Vivi ormai da anni lì seduta, con quel tuo sorriso dolce la tua vita che sorriso non ha.
Dal piccolo universo in cui sei chiusa vedi correre il mio mondo dove tu non potrai correre mai.
Mi domando cosa resta ormai nelle tue mani dopo il dolore che hai passato le speranze che hai perduto.
Ma i tuoi occhi leggono nel cuore, nei tuoi occhi c’è un amore che nessuno può ignorar.

E tu, che fin dal giorno in cui sei nato, mai nessuno ti ha badato mai nessuna mano ti accarezzò.
Mai nessuno asciugò il tuo pianto, mai nessuno ti ha insegnato cosa vuol dire un poco d’amor.

Passan gli anni e ti ritrovi grande e tu scopri che sei diventato uomo senza esser stato mai bambino.

Le ferite che ti porti in cuore, la tua rabbia, il tuo dolore chi potrà curarli mai.

Io, che vivo, che amo, che vedo, che sento, che rido, che canto,
io, che credo, che penso, che cerco, che trovo, che gioco, che vinco,
io, che so come parlare, so come difendermi, come tacere,
io, che mi credo d’aver nelle mani il destino e invece chissà.

Io so che tu sei lì per dirmi qualche cosa ma io non so cos’è,
io so che tu sei lì per dirmi qualche cosa ma io non so sentire
oppure, forse chissà, oppure, forse chissà son io,
che non voglio sentire, che non voglio vedere, che non voglio capire, non voglio sapere, non voglio, no!

Da quel giorno in cui tu hai  sbagliato, tante volte hai già pagato ma nessuno ha più creduto in te.
E tu, che sei  rimasta vecchia e sola, senza neanche una parola da chi ha ricevuto tutto da te.

Gente senza mani per donare,  senza  bocca per gridare,  senza libertà per scegliere che vita fare.
Gente senza nome e senza volto che non cerco e non ascolto, che vorrei non veder mai.

Io, che vivo, che amo, che vedo, che sento, che rido, che canto,
io, che credo, che penso, che cerco, che trovo, che gioco, che vinco,
io, che so come parlare, so come difendermi, come tacere,
io, che mi credo d’aver nelle mani il destino e invece chissà...

Io so che tu sei lì per dirmi qualche cosa ma io non so cos’è,
io so che tu sei lì per dirmi qualche cosa ma io non so sentire
oppure, forse chissà, oppure, forse chissà...
son io, che non voglio sentire, che non voglio vedere, che non voglio capire, non voglio sapere, non voglio, no!

Io non voglio vedere,  non voglio capire, non voglio sapere, non voglio, no!

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
La scintilla
Il fiume verso il mare per morire,
il sole troppo alto per bruciare,
il mondo di ieri
non s’è fermato mai ad ascoltar
la parola dell’uomo
buona ma lontana da noi.

No, non è un sogno è tutto vero,
è un turbine di gioia e fratellanza,
un coro immenso
è l’uomo che lo grida al mondo inter,
il suo amore sincero
il suo amore per gli altri
che ha nel cuor.

Ma oggi il nostro fiume è acqua chiara,
e l’acqua si č fermata per lavare
le nostre mani,
le mani che ci guidano all’amor
sono angeli neri
sono angeli bianchi,
tra noi.

No, non è un sogno è tutto vero,
è un turbine di gioia e fratellanza,
un coro immenso
è l’uomo che lo grida al mondo inter,
il suo amore sincero
il suo amore per gli altri
che ha nel cuor.

© parole e musica Corrado Castellari
La tua libertà
 Libertà

Libertà, libertà.

La tua libertà, chi la pagherà
c'è un prezzo da pagar
se la vuoi conservar
la tua libertà.

Tanta gente parla della libertà
crede che sia data in eredità
ma la storia insegna che la perderà
chi con la vita non la manterrà.

La tua libertà, chi la pagherà....

Erano i Romani dell'antichità
fieri della loro grande libertà
certi di spassarsela sempre così
giunsero i Barbari un triste dì.

La tua libertà, chi la pagherà....

Ha pagato i padri con la gioventù
il riscatto dell'antica schiavitù
se il loro esempio tu non seguirai
quel ti han dato presto perderai.

La tua libertà, chi la pagherà....

© parole e musica Up With People
Mi hanno detto

Mi hanno detto che debbo amare
il mio prossimo come me
ma aiutatemi voi a capire
il mio prossimo chi è.

E’ quello che ogni giorno incontri lungo il tuo cammino
che cresce, piange, ride accanto a te
è quello che tu ami e non puoi più farne a meno
che vive, che soffre come te.

E’ quello che tu odi forse senza una ragione,
quello di cui ridi senza pietà,
colui del quale dici che non lo puoi più soffrire
e speri di non incontrarlo più.

Quello di cui tu non dici nulla,
è quello a cui tu non pensi mai
perchè tu passi lungo la tua strada
senza guardare e non lo vedi mai.

Colui al quale tu ti devi unire,
per lavorare insieme e per amare,
solo così potremo costruire
un mondo un po’ migliore tutti insieme.

Che cosa aspetti ancora? Corri e non ti fermare....
ogni minuto che valore ha!
E’ il mondo che ti aspetta e ha bisogno del tuo amore
la strada che ha perduto troverà...
la strada che ha perduto...troverà!

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Non mi fermerò

Quando apro la porta al mattino
vedo brillare la luce del sole.
Prendo il meglio dei giorni andati
andrò avanti e non mi fermerò
andrò avanti e non mi fermerò.

Con gente sconosciuta parlerò
i mari infiniti solcherò
e con un nuovo spirito donerò
anche più di quel che ho.

Sì lo so che la strada non è mai piana
ma è lunga e molto faticosa
lo farò per il resto dei giorni miei
fino in fondo e non mi volterò,
andrò avanti e non mi fermerò.

Con gente sconosciuta parlerò...

Vedo uomini uguali a me
che fan ciò che sembra impossibile per gli altri
solo perchè vanno avanti sempre
finchè non son giunti alla meta
andrò avanti e non mi fermerò.

Con gente sconosciuta parlerò...

Quando apro la porta al mattino
vedo brillare la luce del sole.
Prendo il meglio dei giorni andati
andrò avanti e non mi fermerò
andrò avanti e non mi fermerò.

© parole e musica Up With People
Non star lì
 Tutti guardan solo te non ti fer

Lascia andar la tua età
swingin', swingin'
senti il ritmo che ti fa
swingin', swingin'
un vento nuovo soffierà
tutti avanti spingerà
non star lì, non star lì, muoviti anche tu.

Lascia andar la tua età
swingin', swingin'
nel ??? s'ode già
swingin', swingin'
già comincia l'avvenir
non c'è tempo per dormir
non star lì, non star lì, muoviti anche tu.

Siam partiti e non ci fermerem
nell'impresa noi ci lancerem
il mondo attende ricostruzion
da una nuova generazione.

Lascia andar la tua età
swingin', swingin'
senti il ritmo che ti fa
swingin', swingin'
un vento nuovo soffierà
tutti avanti spingerà
non star lì, non star lì, muoviti anche tu.

© parole e musica Up With People
Oh libertà
 I carri armati vincon sempre
contro dei ragazzi armati solamente
di speranze e di bandiere
e c’è chi ha preferito alla violenza
la morte con il fuoco in nome tuo, libertà.

Oh libertà, oh libertà in quante parti
del mondo tu stai morendo, libertà, libertà.

Tra le foreste, le paludi e le risaie
vive un popolo che lotta
da vent’anni senza soste
e scorre il sangue degli uomini
che ancora non han conosciuto te, libertà.

Oh libertà, oh libertà .....

Ovunque un uomo è giudicato
dal colore della pelle,
ovunque con la forza fan tacer
chi vuol parlare.
Ovunque credono che la violenza risolva qualche cosa muori tu, libertà.

Oh libertà, oh libertà .....

Ma son tanto ormai che sparsi
per la terra stan lottando per un mondo
un po' più libero e più giusto
anche se talvolta sbagliano
e smarriscon la tua strada, cercan te, libertà.

Oh libertà, oh libertà .....

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Prova un po'

Prova un po’ a dire che ogni uomo è uguale a te e vedrai l’amore.

Prova un po’ a dire che credi in Dio e troverai l’amore.

Se verso il cielo guarderai forse te stesso troverai.

Prova un po’ ad ascoltare me e a credere nelle mie parole.

Sai che puoi far di te un uomo che ha scoperto che non muore l’amor.

T’accorgerai che puoi rifarlo questo mondo e puoi farlo tu.

© parole e musica Giorgio Cavalli SIng Out BOLOGNA
Tutti hanno le ali

Se io fossi un gabbiano
so che riuscirei
a staccarmi dalla terra
e a volare via nel cielo.

Solo allora io sarei
pulito e libero,
solo allora finirebbe
tutto il male che ho nel cuore.

Ma non serve invidiar
gli uccelli del ciel
c’è chi dona a tutti le ali per volar.

Tutti hanno le ali
tutti hanno le ali
e se solo volessero
potrebbero volare per il ciel.
Tutti hanno le ali
tutti hanno le ali
basta solo aver fede in Lui
sperare in Lui
e il cielo si aprirà.

Oh Signore,
se io fossi una rondine
so che allora la mia vita
sembrerebbe più leggera.
Facilmente le mie pene
le sopporterei
e persino del dolore
io sarei pino di gioia.
Ma non serve invidiar
gli uccelli del ciel
c’è chi dona a tutti le ali per volar.

Tutti hanno le ali...

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Un mondo da amare

E’ da un pezzo che non ridi più
io credo di capire sai
amico mio che cosa senti nel cuore.

Certe volte anch’io mi chiedo se
in questo mondo esiste mai
qualcosa in cui valga la pena sperare.

E’ difficile
è difficile, sì
restar sereni
quando tutto intorno sembra stia sul punto di crollare.

Il mio amore a chi lo donerò
tu mi domandi ma
intorno a te c’è un mondo intero per amare.

Un mondo intero tutto d’amare.

Anche io non tanto tempo fa
mi domandavo spesso sai
a questo mondo ma che cosa sto a fare.

Le speranze, le promesse in cui
mi avevan fatto credere
giorno per giorno le vedevo crollare.

E’ difficile
è difficile sì
da soli esser capaci
di trovar le proprie strade in questo strano mondo.Ma una volta preso il volo no
tu non mi fermerai
l’amore è come un viaggio che non ha ritorno.

Un mondo intero tutto d’amare.

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Un nuovo domani
 Vien di qua,
vien di là,
corre gente che s’impegna
nel mondo di domani.

Percorreremo i continenti e tutti i mari
e si vedranno ogni cielo solcare.
Nessun li fermerà
non c’č confine che potrà
fermarli finchè ogni cuor
con nuovo ritmo batterà.

Vien di qua,
vien di là,
corre al traguardo di chi vuole
fare un domani nuovo.

© parole e musica Up With People
Quando ogni mattina

Quando ogni mattina
scendo le scale, esco per strada
io mi confondo in mezzo alla gente della città.

Nasce un nuovo giorno
forse di lotta e di fatica
un giorno nuovo che cosa mai mi porterà.

La vita non è facile,
ma c’è chi non mi lascerà
dovunque vado Lui mi seguirà.

Quando ogni mattina
esco di casa so la mia strada
c’è chi mi vede e per la mano mi prenderà.

E allora finalmente finirà il male che c’è in me
e questa gioia non mi lascerà,
non se ne andrà.

E ora ogni mattina
e ogni giorno della mia vita
io saprò fare quello che Lui vorrà da me.

Chi mi potrà fermare adesso che la Sua forza è in me?
E’ una certezza che non morirà,
non morirà.

© parole e musica Mario Zaniboni Sing Out BOLOGNA
Se Dio vuole

Oggi partirò
il mondo è da scoprir.
Non ne posso più
di vivere così.
La strada è lunga
ma qualcuno troverò.

Se la fede c’è
non mi serve altro ormai.
Se Dio, se Dio vuole
una meta ci sarà.

E se tu vorrai
io verrò con te
e ti seguirò
lungo il tuo cammino.
Tu lo sai che in due
non si ha paura mai.

Tu lavorerai
ed io pregherò.
Se Dio, se Dio vuole
ci sorriderà.

E giorno per giorno
tu lavorerai
e passo su passo
io verrò con te.
Il alto le mani
verso il cielo che non hai.

Io son sicuro che
tanta gente ci seguirà.
Se Dio, se Dio vuole
incontro ci verrà.

E giorno per giorno
tu lavorerai
e passo su passo
io verrò con te.
Il alto le mani
verso il cielo che non hai.

Se la fede c’è
non serve altro ormai.
Se Dio, se Dio vuole
una meta ci sarà.


© parole e musica Sing Out GENOVA
Se il cuore è giovane
 Tutti guardan solo te non ti fer

Che fatica camminar, mi son fermato a riposar,
che tristezza in fondo al cuor da non poterne più
Ma un uomo pien di vitalità,
viene avanti e mi fà:
ho più di novant'anni ma non pesa la mia età.

Quando il cuor non si lascia invecchiar
guarda sempre avanti con l'occhio sveglio.
Non ti fermar, guarda sempre avanti
se il cuore è giovane lo sei anche tu.

L'impresa che nessun tentò
la lotta che nessuno osò
il record che giammai crollò
è quel che fa per te.
Avrai il coraggio se oserai
ti vien la forza che non hai
la primavera sentirai
nell'aria attorno a te.

Quando il cuor non si lascia invecchiar
guarda sempre avanti con l'occhio sveglio.
Non ti fermar, corri più del tempo
se il cuore è giovane lo sei anche tu.

© parole e musica Up With People
Veglia alle stelle
Lassù nel ciel che buio appar, io penso a te o mio Signore.
Io penso al mal che al mondo c’è, e penso che o mio Signore
l’uomo potrà trovare in sé la forza di scoprire Te.

Signore fa che noi viviam per costruire un mondo nuovo
e che possiam lasciarlo un dì un pò migliore di quel che è ora.

Ed in quel dì io troverò quel che cercai in questa vita
e che mai più lasciar potrò, se non verrò verso di Te.

© parole e musica Corrado Castellari
Viva la gente
 Ho visto stamattina mentre andavo a lavorar
il lattaio, il postino e la guardia comunal.
Per la prima volta vedo gente attorno a me
ieri non ci badavo, non so proprio perché.

Viva la gente la trovi ovunque vai
viva la gente simpatica più che mai
se più gente imparasse a volersi un po’ più ben
avremmo meno gente difficile e più gente di cuor.

Dal nord e dal sud li vedevo arrivar
come grandi fiumi che discendon verso il mar
quasi una gran festa fatta apposta per un Re
vale più delle cose la gente attorno a me.

Viva la gente la trovi ovunque vai
viva la gente simpatica più che mai
se più gente imparasse a volersi un po’ più ben
avremmo meno gente difficile e più gente di cuor.

© parole e musica Up With People
With everything changing
 Testo originale in lingua inglese non disponibile.
© parole e musica Up With People

Download file dei testi in formato PDF

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *